Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie. Per saperne di piu'

OK

I PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO CON GEWISS

A scuola si fa impresa, l’impresa si fa a scuola

GEWISS e IMIBERG insieme per un progetto dal duplice valore sociale: far crescere gli alunni e riqualificare gli impianti illuminotecnici delle società sportive lombarde.

GEWISS-IMIBERG

È stata avviata la collaborazione con GEWISS nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro. Gli studenti delle classi quarte e quinte dell’Istituto Tecnico Economico sono stati infatti protagonisti di due importanti progetti aziendali, che hanno come obiettivo la riqualificazione degli impianti d’illuminazione di strutture sportive, parcheggi ed aree di sosta.

Con il supporto dei docenti e del team GEWISS, gli studenti hanno svolto molto più di un semplice stage: nell’ambito del progetto “Football Innovation”, in particolare, hanno contribuito a rendere più sicure le strutture dei centri sportivi destinate ai giovani atleti. Si tratta quindi di un progetto che oltre alla sfera didattica coinvolge anche la dimensione sociale: gli alunni hanno infatti participato in modo concreto al miglioramento dei luoghi della quotidianità per i propri coetanei e per le comunità di appartenenza delle società sportive coinvolte.

Gli studenti delle classi quarte e quinte hanno seguito attivamente tutte le fasi del progetto di relamping, partecipando alla condivisione degli obiettivi aziendali, effettuando uscite didattiche di sopralluogo alle strutture delle società dilettantistiche, gestendo direttamente il call center per lo sviluppo del network commerciale e intervenendo agli eventi di presentazione delle soluzioni illuminotecniche.

L’attività si inserisce nel percorso di alternanza scuola-lavoro reso obbligatorio dalle recenti riforme della scuola. Gli studenti del triennio degli istituti tecnici devono totalizzare in 3 anni almeno 400 ore di lavoro in alternanza. La scelta di Imiberg per l’ITE è quella di fare una parte di queste ore direttamente in azienda, con percorsi definiti con ciascuno studente sulla base delle inclinazioni personali; il monte ore rimanente sarà destinato ad attività di impresa formativa, cioè di impresa fatta dai ragazzi, per stimolare l’auto imprenditorialità, la responsabilità e l’iniziativa personale degli studenti.

«Questa modalità didattica – afferma la Preside Francesca Galbiati – fa parte del DNA Imiberg da molti anni, ben prima della obbligatorietà sancita dalla legge. La collaborazione con Gewiss fa fare un passo in più a questo percorso: i ragazzi sono stati responsabili di un passaggio delicato del processo produttivo di una multinazionale, potendo apprendere competenze professionali e comprendere l’importanza dell’attività affidata nell’orizzonte dell’organizzazione generale dell’impresa. Alternanza scuola-lavoro e progetto di impresa formativa sono tappe fondamentali nel percorso di apprendimento dei nostri studenti, sono strumenti formidabili per la loro crescita umana».

«Siamo convinti – spiega Luca Bosatelli, Vice Presidente e CEO di GEWISS –  che il coinvolgimento diretto dei giovani in progetti che hanno un’utilità innanzitutto sociale sia il modo migliore per colmare la distanza tra scuola ed impresa. Grazie a questa iniziativa abbiamo visto all’opera giovani studenti impegnati su un progetto utile ai giovani atleti. Hanno quindi potuto sviluppare competenze professionali e fare un’espereienza lavorativa contribuendo, allo stesso tempo, al miglioramento delle strutture sportive che oggi sono un riferimento importante per le nuove generazioni. Un esempio concreto di come iI dialogo tra il sistema economico-produttivo e il mondo della scuola rappresenti una base fondamentale su cui costruire lo sviluppo economico e sociale di un Paese moderno e competitivo».

«Lo svilupo di questi progetti ci ha permesso di far emergere tutte le potenzialità dei ragazzi – aggiunge la prof.ssa Alessia Grossi -. Il gusto positivo provato immergendosi a pieno in queste attività ha risvegliato in loro il gusto anche per le materie di studio, illuminando la “didattica tradizionale” di una luce nuova».

Scarica qui il comunicato congiunto GEWISS-IMIBERG.